Porgo il mio benvenuto a tutti in questo luogo ove la Parola regna sovrana e la Mente é libera di formulare ogni pensiero e teoria. La Fortezza é il luogo ove poter discutere di cultura liberamente, nei campi che più ci appartengono. Entrate,e vedrete voi
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista utentiLista utenti  GruppiGruppi  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 L'ultima battaglia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Demian
Admin


Femminile Numero di messaggi : 123
Età : 26
Data d'iscrizione : 17.07.08

MessaggioOggetto: L'ultima battaglia   Mar Ago 19, 2008 10:52 pm

Il mare mugghiava di fronte a lei, agitato dal vento e spumeggiante. Le onde si infrangevano rumorosamente e violentemente contro lo scoglio su cui era. Il vento marino, così ribelle e fiero, le frustava il volto con violenza, portando con sè l'acqua che non gli apparteneva, rubata al mare.
D'improvviso un lampo squarciò il cielo, plumbeo e coperto di nuvole nere come la Morte, rendendo così quasi mitico lo scenario che aveva di fronte.
Lei era lì, immobile ad osservare questo spettacolo mitologico; nel frattempo urlava al vento marino ed alla spuma del mare la sua storia, vuota di ogni cosa e pur piena di tutto.
Ma ogni tentativo di ricevere una risposta o un segnale, era beffeggiata dal vento, che invece le riportava indietro solamente il mugghìo del mare in tempesta.
Le gocce d'acqua sul suo volto erano salata, sia di mare che di disperazione rabbiosa; il vento non le dava il tempo di realizzare che già le aveva asciugato il volto con ferocia, quasi dovesse vergognarsene.
Un altro lampo illuminò il paesaggio e il volto di lei. Alta e stagliata contro questo mare impetuoso pareva quasi una dea della guerra: gli occhi infuocati, risplendenti di sentimenti profonodi, i capelli che le frustavano il viso, i pugni serrati ne davano un'immagine quasi infernale.
La potenza del vento aumentò e il mare, seguendo i suoi capricci, intensificò la potenza del suo mugghiare e delle sue onde. Sembrava quasi che stessero divertendosi a coprire la sua voce.
Ma lei non si mosse; non sentiva quasi pi`?u il vento sulla faccia, che feroce la frustava, forse per strapparle quei gemiti di dolore che non aveva mai emesso in vita sua. Nonostante il mare le arrivasse a bagnare le ginocchia, non si spostò. Era la sua battaglia e l'avrebbe vinta. Quante battaglie aveva combattuto per poi vedersi perderle, senza neanche un minimo di dignità, ma anzi con beffeggiamenti e sminuzioni? Ma l'ultima non sarebbe stata così. L'avrebbe vinta e con la dignità che le sarebbe sempre spettata.
All'improvviso un cambaimento della direzione del vento la riscosse e la sorprese. Aguzzò la vista in quel cielo nero e plumbeo e vide che colui che stava aspettando era arrivato.
Prendendo la rincorsa, si affacciò anche lui su quello scenario mitico, fantastico. Il ciclone le si stava avvicinando rapidamente, con sfrontatezza e smania di abbatterla. Lei chiuse gli occhi e si concentrò sulla sua unica ragione di vita: Paride.
E quando il ciclone la prese per mano e la condusse nella sua folle danza tribale, nella sua selvaggia battaglia, lei seppe che il suo ultimo pensiero l'aveva raggiunto.
Riaprì gli occhi e si voltò per combattere la sua battaglia, l'ultima della sua vita.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://la-fortezza.forumattivo.com
 
L'ultima battaglia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Più di 7 milioni per l'ultima puntata dei Fuoriclasse
» Prime collane "da battaglia"
» N/T Garibaldi - L'ultima
» L'ultima disavventura di Ruby
» L'ultima parola su Dio.

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
La Fortezza :: Community :: Le Pergamene-
Andare verso: